Sony il principale sostenitore dello sviluppo di Navi, l’architettura di GPU di AMD

Sembra che Sony sia intimamente collegata con lo sviluppo di Navi, la prossima architettura di GPU di AMD. L’esordio è previsto per il 2020, quando dovrebbe essere lanciata anche la PlayStation 5

Lo sviluppo della prossima architettura di GPU di AMD, nota con il nome in codice Navi, sembra essere attivamente partecipato e incentivato da Sony. La società nipponica sfrutta già ora processori semi-custom prodotti da AMD, ma sembra intenzionata a proseguire la collaborazione con la società anche per la prossima generazione di console – una collaborazione che sta vedendo Sony come attore attivo dello sviluppo dell’architettura Navi.

Sony starebbe infatti lavorando insieme ad AMD per ottimizzare quanto più possibile l’efficienza energetica della nuova architettura, così da poter ottenere prestazioni elevate con consumi relativamente ridotti e coniugabili con le esigenze di una console (la cui capacità di raffreddamento è certamente inferiore rispetto a un PC).

Il lancio della PlayStation 5 è previsto per il 2020 e proprio in tale periodo è previsto il debutto della nuova architettura grafica di AMD, in corrispondenza con una maturazione del processo produttivo a 7 nm che dovrebbe permettere una buona resa dei chip, con conseguente livellamento dei costi.

La prossima console punta, stando alle indiscrezioni riportate da TechPowerUp, ad arrivare al rendering di immagini a risoluzione 4K con una frequenza di aggiornamento di 60 Hz.

Anziché utilizzare un’architettura già rodata e sviluppata, pur con delle modifiche, come accadeva in passato, AMD sta invece utilizzando l’approccio inverso: sta sviluppando un’architettura per la collaborazione con Sony e utilizzerà il risultato anche per la propria linea di schede video. Un cambio di paradigma notevole, i cui risultati si vedranno fra qualche tempo. L’unico problema che emerge è quello della concorrenza: se AMD lancerà la nuova architettura nel 2020, non ci saranno vere novità sul fronte GPU per ulteriori due anni da parte sua.