L’ammiraglia di casa Intel ha raggiunto un picco d’assorbimento di 235W

Un utente cinese di Weibo ha spinto al limite una CPU Intel Comet Lake-S appartenete alla fascia high-end. Il tester ha cotto un Intel Core i9-10900K per poco più di 47 minuti con un assorbimento di potenza e temperature massime che hanno raggiunto rispettivamente 235W e 93 gradi Celsius (199,4 gradi Fahrenheit).

L’i9-10900K vanta della bellezza di 10 core, 20 threads che lavorano da una frequenza base di 3,7 GHz fino ad una massima di 5,3 GHz. Intel vende il processore in questione come CPU da 125W. Tuttavia, il deca-core ha un TDP (cTDP) configurabile di 95W che essenzialmente riduce il clock di base a 3,3 GHz. Il PL1 (Power Level 1) però, è solo una faccia della medaglia, e la faccia che Intel commercializza apertamente.

Sulla faccia opposta, l’i9-10900K possiede un PL2 di 250W, che è il massimo assorbimento di potenza quando la funzione Thermal Velocity Boost (TVB) è attiva. Anche a 235W, l’i9-10900K funziona secondo le specifiche di Intel; ma se ci fossero dubbi sul fatto che il chip possa assorbire tanta potenza, Weibo potrebbe averli appena messi a riposo.

Intel
Credit: WolStame/Weibo

Quando si dispone di un processore che consuma più di 200W di potenza, la quantità di calore generato sarà fuori proporzioni. Il tester ha eseguito questa operazione su una motherboard Savior Blade 9000K di Lenovo, che viene montata su una macchina pre-costruita in esclusiva per il mercato cinese. Un dissipatore a Liquido da 240 mm Legion era invece il responsabile del controllo delle temperature.

Durante la durata dello stress test, HWiNFO64 ha registrato temperature medie e massime di 87 gradi e 93 gradi Celsius, rispettivamente. Il povero dissipatore è stato in grado di mantenere l’i9-10900K a 4,8 GHz, che è l’all-core boost clock del chip. Tuttavia, si può probabilmente immaginare il rumore che è stato generato all’interno del case.

L’inconveniente più grande, con temperature di funzionamento così elevate è che non potrete godere di tutto il potenziale della CPU. Riuscendo a sfruttare il Thermal Velocity Boost l’i9-10900K può raggiungere i 4,9 GHz su tutti i core, purché la temperatura di funzionamento sia inferiore ai 70 gradi Celsius. Una volta superata questa soglia, si perdono l’equivalente di 100 MHz in prestazioni su ogni core.

Se prima il raffreddamento era un fattore importante, è ancora più cruciale con i processori Comet Lake-S di Intel.

Techtips consiglia Se vuoi acquistare il processore lo puoi trovare qui

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui